ENPAPI

sabato 21 gennaio 2017
Visitatori 2893076
cerca nel sito
 >>
News Riduci
SALDO 2015 - PAGAMENTO TRAMITE F24 - lunedì 28 novembre 2016

Si ricorda la possibilità di versare il saldo contributivo 2015 attraverso il modello F24 Accise, utilizzando il codice tributo E016 nella sezione "Accise/Monopoli e altri versamenti non ammessi in compensazione, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna "importi a debito versati". È, inoltre, necessario indicare: - nel campo "ente", la lettera "E" - nel campo "provincia", nessun valore - nel campo "codice identificativo", il numero di matricola di iscrizione all'Ente - nel campo "mese", il numero "12" - nel campo "anno di riferimento", l'anno "2015".

 
BOLLETTINI M.Av. - SALDO 2015 - venerdì 25 novembre 2016

ENPAPI, in collaborazione con la Banca Popolare di Sondrio, sta provvedendo in questi giorni a posizionare nel Cassetto Previdenziale il bollettino M.Av. per il versamento della contribuzione dovuta a saldo per l'anno 2015. Il pagamento dovrà essere effettuato entro il 10 dicembre 2016 presso gli uffici postali o gli sportelli della Banca Popolare di Sondrio o di qualsiasi altro Istituto bancario ovvero utilizzando la carta di credito ENPAPI, tramite accesso all'Area Riservata agli iscritti. Il bollettino non è stato emesso per i contribuenti che, attraverso i pagamenti effettuati nell'anno 2016, abbiano già versato l'intera contribuzione dovuta per l'anno 2015, o che non abbiano presentato la comunicazione reddituale relativa al 2015 (Modello UNI/2016) ovvero che siano iscritti alla Gestione Separata ENPAPI. Il numero verde della Banca Popolare di Sondrio 800.248.464 è attivo sia per richiedere informazioni o sia per richiedere l'emissione del duplicato del bollettino M.Av., disponibile in ogni caso nell'Area Riservata.

 
RATEIZZAZIONE DEL VERSAMENTO DELLA CONTRIBUZIONE DOVUTA A SALDO PER L'ANNO 2015 - martedì 22 novembre 2016

L'Assicurato che si trovi in condizioni di disagio economico e non riesca a far fronte al pagamento della contribuzione dovuta a saldo in un'unica soluzione, potrà richiedere entro il 28/02/2017 la dilazione del pagamento dovuto, in massimo 6 rate mensili, con prima scadenza 10 aprile 2017. Il tasso di dilazione applicato è lo stesso previsto per la rateizzazione della contribuzione dovuta per gli anni pregressi. Requisito necessario è la regolarità dichiarativa e contributiva nel biennio antecedente l'anno per il quale si effettua la richiesta. Per ulteriori informazioni visitare la sezione "Contributi/ Rateizzazione/ Rateizzazione della contribuzione dovuta a saldo".

 
ELABORAZIONE BOLLETTINI M.Av.- SALDO 2015 - martedì 15 novembre 2016

Si comunica che sono in corso di lavorazione da parte dell'Ente, in collaborazione con la Banca Popolare di Sondrio, i bollettini M.Av. per il versamento della contribuzione dovuta a saldo per l'anno 2015, che saranno posizionati, entro la fine del mese di novembre nel Cassetto Previdenziale. Il bollettino non sarà emesso per tutti coloro che mediante i versamenti già effettuati, abbiano completato il versamento della contribuzione dovuta a saldo (anno 2015) ovvero non abbiano presentato la comunicazione reddituale relativa all'anno 2015 ovvero siano iscritti alla sola Gestione Separata ENPAPI.

 
Pensione ai superstiti
Pensione ai superstiti Riduci

LA PENSIONE AI SUPERSTITI

 

Riferimenti normativi

art. 13, 23, 24 e 25 del Regolamento di Previdenza

Riferimenti Ente:

Ufficio Prestazioni

 

Soggetti interessati

Nel caso di decesso del pensionato o dell’iscritto per il quale risultino versate almeno cinque annualità di contribuzione effettiva (di cui almeno tre nel quinquennio precedente la domanda di pensione) spetta una pensione a:

  • coniuge
  • coniuge legalmente separato senza addebito di responsabilità (il coniuge separato con addebito ha diritto alla pensione solo ove risulti titolare di assegno alimentare a carico del coniuge deceduto)
  • coniuge divorziato, solo se non passato a nuove nozze e titolare di assegno alimentare
  • figli minorenni
  • figli maggiorenni studenti, che non svolgano attività di lavoro retribuito, per la durata del corso legale di studi e comunque non oltre il compimento del 26esimo anno di età, sempre che risultassero a carico del de cuius al momento del decesso
  • figli maggiorenni, se totalmente inabili al lavoro ed a carico del de cuius al momento della morte
  • in mancanza del coniuge e/o dei figli, ai genitori ultra65° o inabili al lavoro che, alla morte dell’iscritto o del pensionato, risultavano a suo carico
  • in mancanza del coniuge e/o dei figli e dei genitori, ai fratelli celibi ed alle sorelle nubili superstiti che, al momento della morte del de cuius risultavano inabili al lavoro ed a suo carico.

 

La domanda di pensione

La domanda di pensione ai superstiti deve essere redatta sull’apposito modulo ed inviata a mezzo posta, ovvero consegnata a mano presso la sede dell’Ente. Al modulo di domanda, debitamente compilato e firmato, deve essere allegata la seguente documentazione:

  • copia di un documento di riconoscimento in corso di validità del o dei richiedenti
  • modulo per il cumulo dei redditi (per ogni richiedente) ove necessario 
  • modulo per l’applicazione delle detrazioni d’imposta (per ogni richiedente)
  • copia eventuale sentenza di separazione/divorzio 

In caso di figli maggiorenni studenti è necessario, inoltre, inviare:

  • attestato del corso di studi o certificazione universitaria attestante la durata legale del corso di studi, la prima immatricolazione, la regolarità del percorso di studi (autocertificabile)
  • dichiarazione di non svolgimento di attività lavorativa

 

L’importo corrisposto

L’importo della pensione in favore dei superstiti è determinato nelle seguenti aliquote della pensione annua già liquidata o che sarebbe spettata all’assicurato, calcolata secondo le modalità di determinazione della pensione di vecchiaia. Nel caso in cui il decesso dell’assicurato sia avvenuto prima del compimento del 57esimo anno di età, si adotta il coefficiente di trasformazione relativo a 57 anni.

 

I SUPERSTITI

LE PERCENTUALI*

Coniuge e figli

Coniuge

60%

Figlio unico, se non ha diritto il coniuge

70%

Ciascun figlio, se ha diritto anche il coniuge

20%

Ciascuno dei figli, se non ha diritto il coniuge

40%

Altre categorie di superstiti

Genitore

15%

Fratello o sorella

15%

 

* La somma delle quote non può comunque superare il 100% della pensione che sarebbe spettata al de cuius.

 

 

Decorrenza della pensione

La pensione ai superstiti decorre dal primo giorno del mese successivo al decesso dell’iscritto o del pensionato. L’erogazione della pensione cessa con la morte del beneficiario ovvero al venir meno delle condizioni soggettive richieste per la maturazione del diritto (es. matrimonio del coniuge superstite; raggiungimento della maggiore età dei figli). Il pagamento della pensione avviene in 13 mensilità. La tredicesima mensilità è pagata nel mese di dicembre.

 

 

Convenzione Riduci

Newsletter Riduci
Co.Co.Co e Committenti Riduci

Corso di formazione ECM-FAD Riduci
Posta Certificata Riduci

 PEC

 

Posta Elettronica Certificata
ENPAPI Gratuita

Richiedi Login
Area Organi e Collegi Riduci


Guida accesso collegi
Hai Dimenticato la Password?

Rapp. Professionali Riduci
Enti di Previdenza Riduci
Convenzione assicurativa Riduci

 

Previdenza Complementare Riduci
Assistenza Sanitaria Riduci
Associazioni Infermieristiche Riduci
ENPAPI, Via Alessandro Farnese, 3 - 00192 - ROMA | Numero verde: 800.070.070 | Fax: 06/3670.4490 | email: info@pec.enpapi.it
Condizioni di utilizzo -Informativa privacy - Sito realizzato da GOSPAService
);