ENPAPI

lunedì 19 febbraio 2018
Visitatori 3797316
cerca nel sito
 >>
Eventi Riduci
News Riduci
PAGAMENTI TRAMITE MODELLO F24 - TEMPI DI LAVORAZIONE - venerdì 2 febbraio 2018

Si rappresenta che i pagamenti tramite modello F24 sono elaborati e forniti dall'Agenzia delle Entrate solamente a partire dal giorno 5 del mese successivo al versamento (i pagamenti effettuati negli ultimi giorni del mese, invece, slittano al giorno 5 del secondo mese successivo al pagamento - es. pagamento 28 febbraio, comunicazione dall'Agenzia il 5 aprile). A questi dovranno essere aggiunti i giorni di lavorazione interna da parte degli Uffici per la corretta imputazione dei versamenti. Pertanto, il tempo intercorrente tra il pagamento e la visualizzazione dell'importo in estratto conto può richiedere anche più di un mese di lavorazione.

 
PROROGA SCADENZA SALDO 2016 AL 22.12.2017 - venerdì 17 novembre 2017

Per venire incontro alle richieste degli iscritti, si comunica che la scadenza del versamento del contributo dovuto a saldo per l'anno 2016 è stata prorogata al 22 dicembre 2017.  

MODELLO UNI/2017 - DICHIARAZIONE TELEMATICA - giovedì 20 luglio 2017

È attiva la funzione per comunicare telematicamente i dati reddituali relativi all’anno 2016 ed i presunti del 2017, accedendo al menù Dati reddituali, sezioni Modello UNI e Reddito Presunto del Cassetto Previdenziale. In caso di errore, è possibile rettificare il dato trasmesso presentando una nuova dichiarazione in via telematica.

 
ATTESTAZIONE VERSAMENTI - ANNO 2016 - venerdì 12 maggio 2017

L’Attestazione dei Versamenti 2016 è disponibile nella sezione “Certificazioni - Attestazione Versamento - 2016” dell’Area Riservata.
L'Attestazione è il riepilogo di tutti i pagamenti corrisposti da gennaio a dicembre 2016 distinti a loro volta per tipologia di contributo coperto.
 

ACCONTI 2017-NOVITA' F24 - venerdì 24 febbraio 2017

A decorrere da quest’anno, l’Ente ha introdotto il Modello F24 pre-compilato come nuovo canale di pagamento dei contributi previdenziali, che sostituisce il bollettino MAV. Per ciascun iscritto, all’interno dell’Area Riservata, è stato elaborato un piano di versamenti che si riferisce alla contribuzione minima per l’anno 2017 ed all’anticipo del saldo 2016 calcolato sulla base dei redditi presunti dichiarati per l’anno antecedente o, in mancanza, sull’ultimo dato reddituale comunicato, opportunamente rivalutato.

 
ESTRATTO CONTO 2016 - mercoledì 7 dicembre 2016

Si informano gli Assicurati che è disponibile nell'Area Riservata agli iscritti l'estratto conto previdenziale 2016. Il documento, insieme alla "diffida di pagamento" in presenza di inadempimenti contributivi, può essere consultato accedendo al Cassetto previdenziale. Per accedere al Cassetto occorre digitare il proprio codice fiscale e le credenziali presenti sulla Grid Card ENPAPI. Si ricorda che il deposito nel Cassetto equivale ad ogni effetto alla formale notifica dei documenti in esso contenuti, così come indicato nell'informativa sul "Cassetto previdenziale ENPAPI".

 
Home
IN EVIDENZA Riduci

APPELLO PER AMEDEO: L'ENPAPI STANZIA 12.000,00 EURO PER AIUTARLO

martedì 13 febbraio 2018
AssoCareNews.it

La Cassa Previdenziale degli Infermieri Liberi Professionisti ENPAPI risponde all’appello dell’Associazione Infermieristica Nazionale AssoCare.it e aiuterà concretamente il collega Amedeo, che dopo le febbri malariche e una pesante patologia neurologica non è più in grado di lavorare. A renderlo noto è il Presidente dell’Ente, Mario Schiavon, che su determinazione del Consiglio di Amministrazione - sempre attento alle esigenze di natura sociale e umana dei propri iscritti - ha erogato un intervento per stato di bisogno.
La storia di Amedeo, nome fittizio ideato per proteggere l’identità dell’interessato, ha fatto il giro d’Italia attraverso il web dopo l’appello lanciato dal Presidente dell’Associazione AssoCare.it, Gioacchino Costa, ex-Infermiere Libero Professionista.
Schiavon incontrerà personalmente Amedeo a Milano il 14 febbraio 2018 per consegnargli un assegno di 12.000 euro, utili a tamponare le ristrettezze del momento. L’obiettivo dell’ENPAPI, tuttavia, va oltre il semplice contributo economico. Infatti, l’Ente avvierà tutte le procedure istituzionali del caso per cercare di creare un percorso di re-inserimento sociale e lavorativo del collega, cercando di recuperare quanto più possibile le sue potenzialità residue.
Come si ricorderà Amedeo, originario dell’Abruzzo, dopo il tentativo di avviare un Ambulatorio Infermieristico in Puglia si è trovato in difficoltà economiche ed occupazionali importanti.
Dopo una missione in Africa realizzata allo scopo di aiutare bambini in difficoltà nel pre, nell’intra e nel post-operatorio cardio-chirurgico, si è ammalato probabilmente di malaria e durante la degenza in un ospedale milanese ha subito un serio problema neurologico che lo ha portato ad un sostanziale deficit all’emilato destro, con interessamento decisivo della mano.
L’ENPAPI ha accolto l’accorato appello ad aiutarlo. L’intero Consiglio di Amministrazione dell’Ente ha deliberato per un primo aiuto economico. Tutto ciò mentre si sta lavorando per fornire ad Amedeo un sussidio mensile che lo possa aiutare nel prosieguo della vita.
Il nostro Ente da tempo aiuta i colleghi in difficoltà - spiega Schiavon ad AssoCareNews.it - non c’è in Italia il solo caso di Amedeo, ma tanti altri. L’ENPAPI è convinto che quando un infermiere non lavora perché impedito a farlo da patologie, è giusto che a questo collega venga data la possibilità di sopravvivere dignitosamente e là dove possibile di rimettersi in gioco utilizzando le sue potenzialità professionali residue. Cercheremo di creare attorno ad Amedeo, che ho deciso di incontrare personalmente e che ho ascoltato già telefonicamente, un progetto che lo faccia sentire accolto. Perché in tutta questa vicenda, al di là dei social, resta in piedi la questione umana. La dignità delle persone viene prima di ogni altra cosa”.
Tutto è bene quel che finisce bene!

IN EVIDENZA Riduci

LOTTA ALL’ABUSIVISMO NELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA, L’IPASVI PLAUDE ALL’AZIONE DEI CARABINIERI DEL NAS

giovedì 1 febbraio 2018
Comunicato Stampa

Il Collegio Ipasvi della Provincia di Teramo, apprese le notizie di stampa circa la denuncia da parte dei carabinieri del Nas di Pescara di due infermieri abusivi che praticavano servizi socio-sanitari a domicilio, esprime profondo compiacimento e gratitudine per l’operazione delle forze dell’ordine. La denuncia dei due soggetti, infatti, fa seguito a un esposto circostanziato e corredato da dettagliate testimonianze presentato dal presidente del Collegio Ipasvi di Teramo, Cristian Pediconi, dopo numerose segnalazioni di cittadini e colleghi infermieri sull’attività abusiva praticata.“Come organo rappresentativo della professione infermieristica e a tutela delle migliaia di iscritti della nostra provincia – dichiara il presidente Cristian Pediconi – ci stiamo battendo da tempo contro forme di abusivismo che, purtroppo, riscontriamo anche sul nostro territorio. Mesi fa abbiamo lanciato una campagna informativa contro l’abusivismo nella professione infermieristica proprio per mettere in guardia i cittadini da tali pratiche, potenzialmente dannose per la loro salute e screditanti la professionalità degli infermieri in regola con l’iscrizione al Collegio Ipasvi, alla Cassa di previdenza sociale e in possesso di un’assicurazione professionale. In questo percorso di sensibilizzazione siamo stati subito affiancati dai presidenti degli altri Collegi Ipasvi abruzzesi, Giancarlo Cicolini di Chieti (componente del direttivo nazionale), Maria Luisa Ianni de L’Aquila e Irene Rosini di Pescara”.Oltre alla campagna informativa, il Collegio Ipasvi della Provincia di Teramo ha organizzato anche un convegno nello scorso mese di maggio dal titolo “L’esercizio della libera professione infermieristica”, alla presenza del presidente Enpapi Mario Schiavon, sia per promuovere la libera professione come sbocco occupazionale per i giovani infermieri, sia per testimoniare alla cittadinanza l’esistenza di diversi professionisti e attività in piena regola che garantiscono al cittadino un’assistenza nel segno della sicurezza e della professionalità.

IN EVIDENZA Riduci
NUOVA AREA RISERVATA: IL "CASSETTO PREVIDENZIALE" Riduci

 

E' ATTIVA LA NUOVA AREA RISERVATA PER GLI ISCRITTI 

DENOMINATA "CASSETTO PREVIDENZIALE"

 

PER ACCEDERE CLICCA QUI

Per l'accesso è necessario inserire il proprio Codice Fiscale ed i codici  richiesti contenuti sul retro della CARD SERVIZI ENPAPI

 

Istruzioni per l'utilizzo

Si ricorda che, qualora non fosse pervenuta presso il proprio domicilio, è possibile richiedere la CARD SERVIZI ENPAPI in formato elettronico attraverso il seguente modulo:

Domanda per la richiesta di invio in formato elettronico della CARD SERVIZI ENPAPI

Questo sistema sostituisce ogni altra forma di comunicazione cartacea ed attua i principi stabiliti nel nuovo Statuto, che dispone che dal 2014 l’Ente adotti modalità informatizzate esclusive e generalizzate ai fini della comunicazione e delle relazioni istituzionali con i Professionisti assicurati.

Auspico che tale iniziativa trovi il favore ed il consenso della platea degli Assicurati in quanto il risparmio economico che deriverà dal nuovo sistema potrà essere utilizzato per promuovere ulteriori interventi in favore degli Iscritti.

Il Presidente MARIO SCHIAVON

CONTACT CENTER Riduci

CONTACT CENTER ENPAPI 

Chiamando il numero

800 070 070

e digitando il numero di matricola sarà possibile accedere ad un servizio interamente rinnovato

Archivio articoli pubblicati Riduci
Area Riservata Iscritti Riduci

VIDEO PROMO Riduci

Co.Co.Co e Committenti Riduci

Newsletter Riduci
Posta Certificata Riduci

 PEC

 

Posta Elettronica Certificata
ENPAPI Gratuita

Richiedi Login
ANSA Professioni Riduci

Area Organi e Collegi Riduci


Guida accesso collegi
Hai Dimenticato la Password?

Rapp. Professionali Riduci
Enti di Previdenza Riduci
Convenzione assicurativa Riduci

 

Previdenza Complementare Riduci
Assistenza Sanitaria Riduci
Associazioni Infermieristiche Riduci
Iniziative da parte di iscritti Riduci
Convenzione Riduci

Convenzione Riduci

ENPAPI, Via Alessandro Farnese, 3 - 00192 - ROMA | Numero verde: 800.070.070 | Fax: 06/3670.4490 | email: info@pec.enpapi.it
Condizioni di utilizzo -Informativa privacy - Sito realizzato da GOSPAService
);