ENPAPI

sabato 26 maggio 2018
Visitatori 4104253
cerca nel sito
 >>
News Riduci
CONTRIBUZIONE INDEBITAMENTE VERSATA ALLA GESTIONE SEPARATA INPS - lunedì 12 marzo 2018

Le contribuzioni versate alla gestione separata INPS ma dovute alle Casse Professionali privatizzate possono essere trasferite direttamente a quest’ultime su istanza dell’interessato o dell’ente previdenziale. Lo precisa l’INPS con la nuova circolare 45/2018.

 

PAGAMENTI TRAMITE MODELLO F24 - TEMPI DI LAVORAZIONE - venerdì 2 febbraio 2018

Si rappresenta che i pagamenti tramite modello F24 sono elaborati e forniti dall'Agenzia delle Entrate solamente a partire dal giorno 5 del mese successivo al versamento (i pagamenti effettuati negli ultimi giorni del mese, invece, slittano al giorno 5 del secondo mese successivo al pagamento - es. pagamento 28 febbraio, comunicazione dall'Agenzia il 5 aprile). A questi dovranno essere aggiunti i giorni di lavorazione interna da parte degli Uffici per la corretta imputazione dei versamenti. Pertanto, il tempo intercorrente tra il pagamento e la visualizzazione dell'importo in estratto conto può richiedere anche più di un mese di lavorazione.

 
PROROGA SCADENZA SALDO 2016 AL 22.12.2017 - venerdì 17 novembre 2017

Per venire incontro alle richieste degli iscritti, si comunica che la scadenza del versamento del contributo dovuto a saldo per l'anno 2016 è stata prorogata al 22 dicembre 2017.  

MODELLO UNI/2017 - DICHIARAZIONE TELEMATICA - giovedì 20 luglio 2017

È attiva la funzione per comunicare telematicamente i dati reddituali relativi all’anno 2016 ed i presunti del 2017, accedendo al menù Dati reddituali, sezioni Modello UNI e Reddito Presunto del Cassetto Previdenziale. In caso di errore, è possibile rettificare il dato trasmesso presentando una nuova dichiarazione in via telematica.

 
ATTESTAZIONE VERSAMENTI - ANNO 2016 - venerdì 12 maggio 2017

L’Attestazione dei Versamenti 2016 è disponibile nella sezione “Certificazioni - Attestazione Versamento - 2016” dell’Area Riservata.
L'Attestazione è il riepilogo di tutti i pagamenti corrisposti da gennaio a dicembre 2016 distinti a loro volta per tipologia di contributo coperto.
 

ACCONTI 2017-NOVITA' F24 - venerdì 24 febbraio 2017

A decorrere da quest’anno, l’Ente ha introdotto il Modello F24 pre-compilato come nuovo canale di pagamento dei contributi previdenziali, che sostituisce il bollettino MAV. Per ciascun iscritto, all’interno dell’Area Riservata, è stato elaborato un piano di versamenti che si riferisce alla contribuzione minima per l’anno 2017 ed all’anticipo del saldo 2016 calcolato sulla base dei redditi presunti dichiarati per l’anno antecedente o, in mancanza, sull’ultimo dato reddituale comunicato, opportunamente rivalutato.

 
ESTRATTO CONTO 2016 - mercoledì 7 dicembre 2016

Si informano gli Assicurati che è disponibile nell'Area Riservata agli iscritti l'estratto conto previdenziale 2016. Il documento, insieme alla "diffida di pagamento" in presenza di inadempimenti contributivi, può essere consultato accedendo al Cassetto previdenziale. Per accedere al Cassetto occorre digitare il proprio codice fiscale e le credenziali presenti sulla Grid Card ENPAPI. Si ricorda che il deposito nel Cassetto equivale ad ogni effetto alla formale notifica dei documenti in esso contenuti, così come indicato nell'informativa sul "Cassetto previdenziale ENPAPI".

 
Estratto Conto 2016
ESTRATTO CONTO 2016 Riduci

ESTRATTO CONTO 2016 - GESTIONE PRINCIPALE

 

ENPAPI consente ai propri iscritti di monitorare costantemente la propria posizione contributiva e dichiarativa, la progressione del montante contributivo ed eventualmente provvedere al pagamento di importi ancora insoluti mediante la visualizzazione dell’estratto conto contributivo all’interno dell’Area Riservata.

La regolarità della posizione è necessaria affinché possano essere erogati dall’Ente i servizi di carattere sia previdenziale che assistenziale come previsti dal Regolamento di Previdenza o mediante l’approvazione di appositi Bandi per l’Assistenza.

In generale avere una posizione regolare prevede:
- aver dichiarato, entro le date di scadenza, i dati reddituali prodotti nell’esercizio della libera professione, sia in forma singola che associata;
- aver versato, entro i termini previsti dal Regolamento di Previdenza, la contribuzione dovuta, calcolata in percentuale sui dati reddituali prodotti;
- avere regolarizzato il pagamento di eventuali sanzioni ed interessi conteggiati a seguito del non corretto adempimento degli obblighi dichiarativi e contributivi, come previsto dal Regolamento di Previdenza;
- essere in regola con il pagamento delle rate qualora sia stato deliberato dall’Ente un piano di rientro del debito.

Nel mese di dicembre 2016 l’Ente, attraverso il Cassetto Previdenziale, ha notificato una diffida ad adempiere a tutti coloro che risultano inadempienti sotto il profilo dichiarativo o contributivo al fine consentire una facile e pronta regolarizzazione della posizione, evitando in tal modo l’ulteriore accumulo di debiti.

Tutti i destinatari di tale diffida, entro la data del 31 gennaio 2017 dovranno:

- regolarizzare la propria posizione contributiva attraverso la presentazione delle dichiarazioni reddituali mancanti, nel caso in cui ancora non fossero state trasmesse all’Ente, nonché mediante il pagamento della contribuzione dovuta calcolata sui redditi prodotti secondo le percentuali previste dal Regolamento di Previdenza, oltre al versamento di sanzioni, interessi ed eventuali somme aggiuntive;
- effettuare il pagamento della contribuzione dovuta e non versata entro la scadenza indicata. Per coloro che abbiano presentato tutte le dichiarazioni reddituali obbligatorie di cui all’art. 9 del Regolamento di Previdenza l’importo dovuto, oltre a sanzioni ed interessi è richiamato nel testo della diffida ad adempiere.

Si precisa che l’estratto conto trasmesso unitamente alla diffida di pagamento considera la contribuzione dovuta fino al 31/12/2013 (i versamenti contributivi sono aggiornati fino al mese di ottobre 2016).

Per coloro che siano già stati interessati dall’azione di recupero stragiudiziale mediante il conferimento a doBank S.p.A. (già Unicredit Credit Management Bank S.p.A.) l’estratto conto evidenzia anche le somme dovute per l’attività di recupero svolta.
Si segnala che in caso di mancata regolarizzazione del debito oggetto della diffida trasmessa entro la data prestabilita, ENPAPI avrà facoltà di conferire la posizione ad un soggetto esterno, incaricato di recuperare il credito, anche in via giudiziale, con inevitabile aggravio di spese carico dell’iscritto.

Si riportano, di seguito, tutte le informazioni necessarie alla comprensione dei dati riportati in estratto conto nonché alla regolarizzazione della posizione contributiva.

 

GUIDA ALLA LETTURA DELL'ESTRATTO CONTO

 

MODALITA' DI PAGAMENTO

 

REGIME SANZIONATORIO

Modulistica Riduci
Convenzione Riduci

Area Organi e OPI Riduci


Guida accesso collegi
Hai Dimenticato la Password?

Rapp. Professionali Riduci
Enti di Previdenza Riduci
Convenzione assicurativa Riduci

 

Previdenza Complementare Riduci
Assistenza Sanitaria Riduci
Associazioni Infermieristiche Riduci
Posta Certificata Riduci

 PEC

 

Posta Elettronica Certificata
ENPAPI Gratuita

Richiedi Login
Co.Co.Co e Committenti Riduci

Area Riservata Iscritti Riduci

Convenzione Riduci

ENPAPI, Via Alessandro Farnese, 3 - 00192 - ROMA | Numero verde: 800.070.070 | Fax: 06/3670.4490 | email: info@pec.enpapi.it
Condizioni di utilizzo -Informativa privacy - Sito realizzato da GOSPAService
);